Alla scoperta dei sistemi EVAC digitali

Il mondo della sicurezza è uno dei più vasti ed all’avanguardia di tutti. Sistemi di videosorveglianza, allarmi e molto altro ci permettono di vivere la nostra vita in maniera decisamente più tranquilla sia a casa che a lavoro. I Sistemi EVAC digitali sono un perfetto esempio di come il mondo della sicurezza si evolva ad una velocità a dir poco spaventosa.

 

Sistemi EVAC, definizione

 

Fermi, però. Prima di tutto bisogna inquadrare al meglio i sistemi EVAC conosciuti soprattutto col nome di Emergency Voice and Communication. Un compito molto semplice, in realtà, visto che per quanto riguarda la loro “definizione” abbiamo il supporto di ben due autorevoli fonti normative. La prima arriva dal Codice di Prevenzione Incendi dei Vigili del Fuoco. Questa importante fonte normativa definisce l’EVAC come un «impianto destinato principalmente a diffondere informazioni vocali per la salvaguardia della vita durante un’emergenza». 

 

La seconda fonte ha origine europea perché parliamo, appunto, della normativa europea EN 50849:2019-02 in vigore dal Febbraio del 2019 col nome di “Sistemi di allarme sonoro per applicazioni di emergenza”:

 

Questa norma definisce un impianto EVAC come «un sistema elettroacustico principalmente destinato a trasmettere informazioni per la protezione delle persone all’interno di una o più aree specificate, durante un’emergenza. È utilizzato per attuare una rapida e ordinata mobilitazione degli occupanti di un’area all’interno o all’esterno in una situazione di emergenza» 

 

La funzione dei sistemi EVAC

 

Dopo averli definiti, possiamo passare a spiegare quali sono le importanti funzioni dei sistemi EVAC. Il compito fondamentale e di grande importanza è quello di fornire le informazioni necessarie per l’evacuazione a tutte le persone all’interno di un edificio in caso di incendio. 

 

Le quattro categorie di sistemi EVAC digitali

 

Per concludere, vi poniamo una domanda: sapete che esistono più categoria di sistemi EVAC? Ebbene sì, secondo la normativa ISO7240-19 esistono ben quattro categorie e sono:

  • Categoria 1: Caratteristica fondamentale di questa prima categoria è la totale automazione del sistema. Funzionano da soli grazie a messaggi pre-registrati che partono nel momento in cui c’è una emergenza che richiedere l’intervento di questi sistemi
  • Categoria 2: Oltre all’automazione, la seconda categoria offre la possibilità di poter diffondere messaggi dal vivo per istruzioni più precise
  • Categoria 3: La terza categoria, invece, permette una diffusione dal vivo dei messaggi in maniera più localizzata. Ad esempio, permettono di lanciare messaggi a determinate zone o stanze di un edificio
  • Categoria 4: Il sistema di categoria 4, infine, dà la possibilità di selezionare ed emettere i messaggi pre-registrati di emergenza anche in determinate zone o gruppi di zone e non solo ad una specifica

 

Articoli Correlati

Nel vasto panorama dei dispositivi di sicurezza, i rilevatori a tenda emergono come una soluzione sofisticata e versatile, che offre un livello …

La sicurezza degli studenti e del personale nelle scuole è una priorità imprescindibile, e gli impianti di evacuazione (EVAC) svolgono un ruolo …