Smart Building: l’edificio intelligente

Lo Smart Building è un edificio in cui gli impianti sono gestiti in maniera intelligente e automatizzata. Gli edifici intelligenti sanno essere molto performanti, automatizzando diverse processi. Gli edifici smart sono dotati di sistemi IoT (Internet of Things), ovvero da una certa automatizzazione dei processi funzionali. È proprio questo che comporta una serie di aspetti positivi, soprattutto sull’ambiente, grazie a soluzioni più green.
Il primo vantaggio consiste proprio nella già accennata efficienza energetica, ma anche nella possibilità di garantire un basso impatto ambientale.

Diversi sono gli impianti Smart: riscaldamento, condizionamento dell’aria o ventilazione, i sistemi d’apertura o chiusura di cancelli, porte, finestre o ascensori, oppure il sistema di illuminazione.
Per quanto riguarda quest’ultimo, si parla di “smart lighting”. Questa funzionalità permette di regolare, grazie ad appositi dispositivi tecnologici, il livello di luce da consumare.

Gli impianti sono gestiti in maniera automatizzata, grazie a sistemi di supervisione e controllo, adatti ad ottimizzare il consumo di energia e a garantire comfort e sicurezza. In uno Smart Building tutto funziona grazie a piattaforme digitali e alla sensoristica elettronica.

Come si costruisce un edificio Smart?

Potremmo definire l’edificio Smart come “il mattone della Smart City (città intelligente): una città sostenibile costituita da reti di trasporto urbano intelligenti, impianti di approvvigionamento idrico e di smaltimento dei rifiuti avanzati, sistemi di illuminazione all’avanguardia e impianti di riscaldamento “green”.

Ma “come si realizza uno Smart Building“? 4 sono le “Smart solutions”:

  • building device and solution: sistemi di sicurezza ed efficienza energetica;
  • automation technology: l’intervento umano lascia spazio a strumenti di automazione altamente sofisticati;
  • piattaforme di controllo: software volti alla raccolta, elaborazione e analisi dei dati acquisiti dalla sensoristica installata sugli impianti;
  • connettività: sistemi che permettono la comunicazione tra sensori, attuatori e la piattaforma di controllo.

Quali sono i vantaggi di uno Smart Building?

Un edificio Smart permette di avere determinati vantaggi tra cui:

  • Controllo ambientale (umidità e temperatura) da remoto
  • Modulazione dei carichi a seconda delle condizioni della rete
  • Regolazione automatica degli impianti
  • Gestione e monitoraggio delle emissioni

Due le tipologie di edificio intelligente:

  • hard benefit: risparmio energetico e manutenzione
  • soft benefit, per uno spazio più green, mirano alla sostenibilità ambientale, telegestione e telecontrollo.

Come svantaggio è da considerare l’aspetto economico: adottare le funzionalità descritte implica una certa spesa.

Real-time energy monitoring: modalità di utilizzo dell’energia

Grazie all’Automatiom Technology e all’utilizzo della sensoristica avanzata, si riesce ad ottimizzare al meglio il consumo energetico dell’edificio. Per un mondo più green sono di grande importanza le applicazioni di Real-time Energy Monitoring, che riescono a registrare il consumo energetico in tempo reale e danno info sulle modalità di utilizzo energetico, più precisamente sull’ illuminazione e sul condizionamento dell’aria. Questi dispositivi rilevano tutte le eventuali anomalie energetiche dei diversi apparecchi attraverso appositi alert al sistema di gestione dell’energia.

Inoltre, grazie al demand e response, si modificano tutti gli asset del sistema, andando ad evitare un eccessivo consumo energetico (ad esempio la temperatura).

Articoli Correlati

Hiltron Security è entusiasta di annunciare la propria partecipazione a Tao Sicurezza l’evento di riferimento del Sud Italia per l’intera filiera della …

Nel vasto panorama dei dispositivi di sicurezza, i rilevatori a tenda emergono come una soluzione sofisticata e versatile, che offre un livello …